Thursday, 23 November 2017
Rimedi Naturali

Rimedi Sanitari naturali per punture di insetti

Quasi in ogni parte del nostro pianeta ci sono piccole creature, minuscoli insetti che attaccano con punture e morsi, perché ti vedono come una minaccia alla loro stessa esistenza o come cibo per la loro sopravvivenza.

L’ aspetto delle punture di insetti è evidente da uno o più urti rossi che sono estremamente pruriginosi. Sì, è normale, ti vuoi grattare, ma non farlo! Più facile a dirsi che a farsi, lo so, è un problema, ma i graffi possono esacerbare il prurito e farlo sanguinare.

Se si vede un segno di spunta, come la puntura di zanzara, che ha alimentato il fastidio il gioco è fatto, e più fastidioso è il pensiero di quel brutto prurito lasciato alle spalle da una zanzara, che non è dato dalla puntura ma è, in realtà, dalla saliva lasciata dell’insetto. Le punture di insetti sono comunemente da formiche, api e vespe, il loro pungiglione penetra nella pelle e inietta il veleno all’interno.

Le punture di insettiMentre le formiche e le vespe possono pungere più volte, l’ape punge una sola volta, lasciando il suo pungiglione sotto la pelle con un sacco pieno di veleno sulla superficie. La tendenza è quella di farsi prendere dal panico e cercare di grattarsi per farla uscire fuori, questo serve solo a pompare più veleno, quando si tenta di rimuoverlo con la punta delle dita o una pinzetta.

Sì, è un po’ uno shock e fa male! Ma dovete mantenere il sangue freddo, far scorrere l’ unghia sotto il sacco e raschiare via il pungiglione. È possibile utilizzare il bordo di un coltello, non troppo affilato, o il bordo della vostra carta di credito.

Una puntura d’ape o una puntura di vespa può causare una reazione allergica che può essere fatale se non viene trattata con urgenza e sopratutto con l’aiuto di un medico.

I sintomi di una reazione allergica, chiamata anafilassi, sono: orticaria, gonfiore in bocca e/o della gola, respiro affannoso e il battito cardiaco accelerato. Se si hanno molti morsi e punture, e non si dispone di una reazione allergica non si è fuori pericolo, è necessario contattare immediatamente un medico!

Se si suppone di essere stati punti una sola volta, con nessuna reazione, ecco alcune soluzioni naturali per la salute per il trattamento delle punture di insetti:

  • Per una puntura d’ape, mescolare un cucchiaino di bicarbonato di sodio in un bicchiere d’acqua fino allo scioglimento, quindi utilizzare un bastoncino di cotone immergerlo nella soluzione e bagnare la zona, poi posizionarlo direttamente sul pungiglione fissandolo con una benda o con il nastro adesivo.
  • Per una puntura di vespa, immergere il bastoncino di cotone, come per una puntura d’ape, ma nell’ aceto; bagnare la parte colpita dalla puntura, e poi lasciarlo direttamente sul pungiglione fissandolo con un cerotto o con del  nastro adesivo.
  • Se si dispone di una Papaya a portata di mano, mettere una fetta sulla zona del pungiglione. La Papaya ha enzimi che fanno diminuire l’infiammazione e il gonfiore.
  • Aglio o cipolla strofinati sul pungiglione fanno lo stesso lavoro.
  • Rompere un’ aspirina, aggiungendo acqua per fare una pasta, applicare l’impasto sul pungiglione per ridurre il gonfiore. (ATTENZIONE: se si è allergici all’aspirina NON applicare mai l’aspirina e non usare l’aspirina per curare i bambini!).
  • Applicare dello zucchero funziona altrettanto bene per ridurre il gonfiore
  • Prova ad applicare una crema di Calendula per ridurre il prurito o qualche goccia di olio di lavanda o olio dell’albero del tè.

Se si fanno passeggiate attraverso boschi, prati o brughiere, dovete essere consapevoli del fatto che le zecche possono attaccarsi alla vostra pelle, e con piccoli morsi si nutre del sangue,  che potrebbero infettare con la malattia di Lyme, un batterio chiamato ‘Borrelia burgdorferi’ che deve essere trattata da un medico.

Se trovate una zecca sul corpo, utilizzate una pinzetta, il più vicino alla pelle, e tirate delicatamente fino a quando non sarete liberi; cercate di non rompere la testa o rimarrà agganciato alla vostra pelle e può causare infezioni. Una volta che la zecca è libera, applicare un antisettico.

Alcuni consigli su cosa fare in caso di punture di zanzara, morsi e altri insetti pungenti:

  • Non graffiare;
  • L’applicazione di un cubetto di ghiaccio sul morso può ridurre il prurito;
  • I morsi possono essere trattati con oli essenziali. Applicare alcune gocce di olio di eucalipto, olio di chiodi di garofano oppure di olio di menta piperita con un bastoncino di cotone;
  • Roll-on o deodoranti spray sono in grado di funzionare – fate un tentativo;
  • Controllare l’etichetta del dentifricio, se contiene menta piperita potete applicarlo sulla puntura o sul morso.

Come si fa a evitare di essere morsi o punti da questi fastidiosi parassiti ? Mangiate un paio di spicchi d’aglio al giorno,  prima di uscire; le ghiandole sudoripare rilasciano l’odore di aglio che respinge la maggior parte degli insetti.

Non piace l’aglio? È possibile utilizzare un repellente chiamato permetrina, una proprietà naturale insetticida presente originariamente nei crisantemi.  La Permetrina è venduta in una bomboletta spray come insetticida sintetizzato dall’uomo. La dovete spruzzare sui vestiti che si useranno per uscire e lasciarli asciugare.

One Comment

Post Comment