Sunday, 21 January 2018
Rimedi Naturali

Rimedi naturali contro la stitichezza

È possibile risolvere il problema della stitichezza con dei rimedi naturali? Come per molte altre altre patologie più o meno gravi che possono affliggere il nostro organismo, la risposta è positiva.

La lotta alla stitichezza si avvale infatti di numerosi rimedi “della nonna” utili per ridare regolarità all’intestino e per liberarci dal senso di gonfiore causato dalla stipsi.

Eppure bisogna stare attenti: dobbiamo ricordare che la stitichezza è sostanzialmente un sintomo e che il vero problema, molto spesso, è un altro.

Rimedi naturali contro la stitichezzaSe essa è accompagnata da altri sintomi, allora dei semplici preparati erboristici o un cambio del comportamento alimentare potrebbero non bastare e una visita medica è l’unica scelta sensata. Alcuni di questi preparati, inoltre, sono anche molto potenti, del tutto simili a dei veri e propri farmaci.

Chiedere consiglio al dottore e all’erborista di fiducia allora diventa fondamentale. In questo articolo vedremo però quali sono i rimedi più semplici, ma dall’efficacia attestata da secoli, per la stitichezza funzionale, slegata quindi da altri sintomi e patologie.

Il primo consiglio è di pura natura alimentare: consumate tanto cibo ricco di fibre. Esse facilitano il transito intestinale, soprattutto se affiancate da un ostante consumo di acqua.

Le fibre benefiche contenute nei cibi di origine vegetale possono svolgere al meglio la propria funzione di trasporto delle tossine lungo l’intestino e al di fuori dell’organismo quando assorbono molta acqua, così da aumentare il volume della massa presente all’interno dell’intestino.

È in questo modo che si facilità l’espulsione di tale massa. Due litri di acqua al giorno uniti a una porzione di frutta e verdura ad ogni pasto sarà di grandissimo aiuto, questo è certo.

Andando più nello specifico, tra i frutti più consigliati per combattere la stipsi troviamo certamente le prugne, il lassativo naturale forse più conosciuto, ricche di vitamina A e di potassio, e i fichi d’India.

Questi ultimi, al contrario delle prugne, hanno la fama di essere causa di stitichezza, ma si tratta solo di una leggenda popolare: assunti in piccole dosi, possono davvero essere d’aiuto in quanto contengono mucillagini che favoriscono il transito intestinale e piccoli semi che si comportano in maniera simile alle fibre vegetali nel contribuire alla pulizia dell’intestino.

Essenziale a tale scopo anche la frutta secca, specialmente le mandorle, grazie all’effetto emolliente che esercitano sull’intestino. Esse sono inoltre ricche di calcio e per questo motivo il loro consumo è indicato quotidianamente, insieme a quello di noci, che a loro volta rappresentano una delle principali fonti vegetali di omega3. Per quanto riguarda la verdura, puntate invece su verza e barbabietole, perfette per stimolare la mobilità intestinale.

Uno dei rimedi più consigliati dagli erboristi consiste nel consumare una volta al giorno due cucchiai di semi di lino interi, bevendo subito dopo un bicchiere di acqua tiepida, in modo che nell’intestino i semi di lino possano formare delle mucillagini dall’effetto coadiuvante per il transito intestinale ed emolliente per le pareti intestinali.

Funzionerà alla perfezione anche l’acqua di cocco, utilizzata come lassativo ma dotata anche di ottime proprietà anti-colesterolo.

Ma la pianta curativa forse più utilizzata nel corso dei secoli è forse l’aloe vera. Il gel contenuto nelle sue foglie è stato impiegato a lungo per la cura di ferite e problemi della pelle, ma anche per il suo effetto lassativo. Il succo di aloe vera svolge invece un’azione protettiva nei confronti dell’intestino, normalizza le secrezioni intestinali e può essere d’aiuto in caso di stipsi.

Mangiare i cibi giusti non è però l’unico rimedio: evitate una vita sedentaria, fate movimento e attivate l’organismo. Insieme a tutto il resto, si attiverà anche il vostro intestino e vi sentirete sicuramente meglio.

Post Comment