Thursday, 19 July 2018
Rimedi Naturali

Rimedi naturali per difendersi dalle zanzare

L’estate sta arrivando e siamo tutti più felici. È il momento delle tanto meritate vacanze, del mare (o della montagna), delle feste sulla spiaggia, delle serate tra amici… e di tutte quelle piccole cose che possono rendere questi mesi un po’ meno piacevoli.

Un problema su tutti? Quello delle tanto odiate zanzare. Il ronzare notturno dentro le orecchie, il fastidioso prurito, le pericolose punture delle zanzare tigre possono trasformare le nostre giornate di vacanze in un tormento continuo che non si risolve fino a quando non si riesce a schiacciare l’insetto colpevole.

difendersi dalle zanzareEppure non c’è da disperarsi così tanto. Oltre ai numerosi prodotti chimici messi in commercio e pubblicizzati ininterrottamente da maggio a settembre, esistono infatti utilissimi rimedi naturali, potremmo dire “della nonna”, che possono aiutarci a respingere l’attacco delle zanzare e a dare un po’ di meritato sollievo alla nostra pelle.

Le zanzare sono attirate dall’odore della nostra pelle, che cambia da persona a persona a seconda di quali sostanze emaniamo attraverso esso e in quali quantintà.

Ecco perché sono più attratte da qualcuno, mentre ignorano completamente altre persone (magari nella stessa stanza). In particolare sono l’anidride carbonica, che viene emessa dal corpo umano, l’acido lattico, l’acetone, l’octenolo e alcuni acidi grassi ad attirare le succhia-sangue.

In teoria basterebbe mangiare alcuni alimenti mirati come il peperoncino o l’aglio, per avere il “giusto odore” della pelle. In teoria… in pratica si tratterebbe di mangiare quantità industriali di aglio, cosa alquanto sconsigliata per i rapporti sociali.

Allora si deve intervenire dall’esterno, utilizzando prodotti naturali in alternativa a quelli chimici, oppure circondandoci con le giuste difese. Andiamo più nello specifico.

Uno dei rimedi più consigliati dagli erboristi è l’olio di Neem, sostanza del tutto naturale e non tossica da diluire in acqua e da spruzzare sul corpo e sugli ambienti della casa dove possono annidarsi le zanzare.

Il rimedio invece più famose invece è quello di piantare in punti strategici delle piante di geranio, possibilmente quelle della variante “odorosa”. Il profumo terrà alla larga gli insetti senza nessuna particolare controindicazione. In alternativa, possono essere utilizzate anche piante di citronella e di lavanda, molto profumate oltre che utili.

Possiamo trovare il giusto aiuto anche dal mondo animale. Predatori naturali per le zanzare, i pipistrelli possono fare al caso nostro, ma non sono certamente animali da compagnia.

Molto più utili i pesci gambusie: se si possiede uno stagno, un acquario, delle vasche o dei sottovasi pieni d’acqua, basta inserire questi minuscoli pesciolini per vedere sparire tutte le eventuali covate di uova di zanzare che andranno a formarsi nei punti più umidi.

Non mancano poi i classici rimedi della nonna, quelli tramandati da generazioni, che non è detto funzionino al 100%, ma che vale la pena di provare quando la situazione si fa disperate.

Acqua e aceto in un piattino posto sulla finestra potrebbe funzionare come repellente, così come cipolla e chiodi di garofano o limone e chiodi di garofano. Consigliati dalla tradizione anche l’olio di bergamotto e la canfora.

E quando si viene punti? Esistono in commercio creme delicate che non dovrebbero dare particolari problemi, ma se proprio si vuole puntare sul naturale allora la scelta migliore è il decotto di fiori di calendula.

Troppo complicato? Allora non disperate, basta davvero poco: non c’è niente di meglio per lenire il prurito da puntura di zanzare di un semplice cubetto di ghiaccio avvolto in un fazzoletto di cotone e poggiato sulla parte arrossata. Il fastidio sparirà in fretta e voi potrete tornare a godervi la vostra estate di relax.

Post Comment