Tuesday, 12 December 2017
Rimedi Naturali

Rimedi naturali contro la puntura delle meduse

La puntura delle meduse è una delle situazioni negative che si riscontrano andando al mare: oltre alle scottature – che possono comunque essere prevenute con una corretta e adeguata protezione – ed alle punture delle zanzare, vi è quindi un altro ‘pericolo’ legato alla vita estiva, che è quello delle punture delle meduse.

Le meduse sono degli animali marini che possono essere abbastanza pericolosi: infatti, esse provocano, con la loro puntura, un bruciore molto forte sulla pelle del malcapitato di turno, ed anche se nei nostri mari è difficile che esistano specie mortali, purtroppo al mondo vi sono molti di questi animali marini che possono provocare addirittura la morte.

Esistono tuttavia dei rimedi sia per evitare la puntura delle meduse, sia per curare o comunque per far guarire più velocemente il senso di bruciore che ne scaturisce: solitamente, nei nostri mari si trovano delle meduse non particolarmente pericolose, anche se urticanti.

Occorre quindi fare sempre attenzione, prima di fare il bagno, soprattutto se si è particolarmente delicati (la pelle, se è molto delicata, rischia di irritarsi ancora di più con il contatto da medusa).

Prima di parlare dei rimedi naturali contro la puntura di meduse – ovvero i classici rimedi della nonna – bisogna quindi ricordare che generalmente, l’unico modo per evitare di essere punti dai loro tentacoli è quello di non fare il bagno.

Rimedi naturali contro la puntura delle meduseNel momento in cui si nota, nell’acqua, la presenza delle meduse urticanti, è bene cercare di resistere e non fare il bagno: anche se si crede che basti semplicemente stare a riva, in realtà bisogna ricordare che le meduse si muovono secondo una linea verticale, e pertanto si trovano praticamente ovunque, sia sul fondo che in superficie.

Bisogna quindi ricordare che in genere, quando si notano le meduse in mare, è bene non tuffarsi, ma se le meduse in questione sono dotate di tentacoli molto lunghi, è abbastanza possibile che la loro puntura sia pericolosa: meglio stare alla larga.

Alcune meduse, inoltre – ma non è tipico dei nostri mari – possono essere causa di shock anafilattico: ciò può comunque accadere anche in situazioni di allergia, ed i risultati sono molto gravi, con reazioni cutanee, problemi di cuore, sudorazione, pallore, disorientamento.

Sarà comunque capitato a tutti, almeno una volta nella vita, di essere punti da una medusa. In tal caso, per ovviare al problema, occorre subito applicare dei rimedi naturali che servono per fare in modo che il bruciore e l’irritazione svanisca nel giro di poco tempo.

Tra i rimedi naturali per contrastare il bruciore ed il morso delle meduse, ricordiamo:

  • La cipolla, se sfregata contro la parte del corpo lesa dalla puntura di medusa, può aiutare ad eliminare l’irritazione.
  • Lavarsi subito con acqua di mare: questo comportamento favorisce l’eliminazione dell’irritazione legata alla puntura della medusa, e consente (in assenza di altri rimedi) di disinfettare la parte. Il morso della medusa provoca infatti bruciore e dolore, in alcuni casi anche pomfi di grandezza variabile in base alla parte del corpo colpita.
  • Uscire immediatamente dall’acqua. Continuare a stare in mare peggiore la situazione perché si potrebbe essere punti da un’altra medusa. Quindi, occorre subito uscire dall’acqua contrastando così il possibile pericolo. Secondo gli esperti, inoltre, rimanere in acqua può addirittura essere ancora più grave perché potrebbe provocare lo shock anafilattico.
  • Evitare di sciacquare la zona con acqua dolce: essa favorirebbe la scarica delle tossine nella pelle, mentre è necessario che ciò non avvenga.
  • Sabbia calda sulla parte lesa: secondo i rimedi della nonna, questo comportamento favorirebbe l’annullamento delle tossine, per mezzo del calore.

Molti di questi rimedi sono utilizzati da sempre: in particolar modo la cipolla, l’aceto caldo, o la sabbia calda, secondo le nonne consentono di ottenere una corretta disintossicazione dalle tossine.

Tuttavia, secondo gli esperti, si tratta di rimedi naturali assolutamente inutili, perché non consentono di eliminare le tossine e non ne bloccano la diffusione: è invece importante applicare un gel al cloruro d’alluminio, che si può trovare tranquillamente in farmacia, così come altri gel o rimedi specifici, che si applicano più volte al giorno.

Una volta applicato il gel, si dovrà evitare per qualche tempo l’esposizione al sole, tenere coperta la pelle per evitare un’eccessiva infiammazione, almeno per qualche settimana.

Un altro rimedio sono le creme antimedusa: secondo gli esperti, queste creme possono essere davvero utilissime e possono contrastare, se ben utilizzate, gli effetti negativi della puntura di medusa.

Post Comment