Thursday, 23 November 2017
Bellezza

Quale colore di capelli scegliere?

Sei stanca del tuo colore di capelli e lo vorresti cambiare, rendere più vivace e attuale. E’ passata la stagione estiva e hai dovuto trattare i capelli per ristrutturarne la fibra e renderli più forti con dei trattamenti mirati. Ora vuoi cambiare la tonalità, sceglierne una che si adatti al tuo nuovo mood e idea di stile.

capelli rossiCome scegliere il colore più adatto alle tue esigenze?

Rispetto al colore non si può fare una scelta azzardata, ma è bene pensarci su, perché una volta fatto non si può riparare nell’immediato con un’altra colorazione onde evitare di stressare troppo il capello e di danneggiarlo.

Nella scelta di un colore dei capelli è importante anche valutare il colore degli occhi e della pelle. Vediamo allora come scegliere le tre colorazioni principali, il biondo, il castano e il nero.

I capelli biondi

Hai deciso di farti bionda…una scelta non da poco, considerando che è un colore che si adatta solo se in presenza di alcune caratteristiche.

Se le hai, puoi scegliere fra le diverse tonalità, ma se sei dubbiosa perché non hai mai portato un colore chiaro di capelli e sei mora o castana, allora dovresti riflettere meglio sui risultati che puoi ottenere, soprattutto se passi da un colore scuro ad uno chiaro.

Se invece sei già chiara di capelli e vuoi però adottare una colorazione diversa, allora puoi considerarne tante…

Non è sufficiente voler diventare bionde, si deve anche scegliere la nuance più adatta al proprio incarnato e al colore degli occhi. Le tonalità del biondo spaziano dal platino al cenere, dal grano allo strawberry, ed esistono tantissime sfumature di biondo.

Nella scelta del ‘biondo’ pesa la valutazione della tonalità, come abbiamo detto, in base alla carnagione e al colore degli occhi. Se il tuo colorito è chiaro e hai gli occhi chiari, puoi scegliere un biondo che sia più chiaro o più scuro.

Sicuramente, se vuoi ottenere un effetto più naturale, puoi optare per delle meche biondo cenere che non danno una colorazione troppo brillante. Evita, infatti, tonalità dorate accese che rendono più spento l’incarnato se esso è già tendente al chiaro.

Se invece ti piace l’effetto biondo platino e hai un taglio cortissimo, potrebbe essere interessante il contrasto che si crea tra il colore della pelle e quello dei capelli.

acconciature Con la carnagione chiara è preferibile evitare il color rame dorato o arancio, che non conferiscono un aspetto naturale.

Fatte le opportune considerazioni, vediamo ora quali sono le tonalità del biondo. Fra queste, spicca quella del biondo grano, una tonalità calda che si ispira proprio alla stagione estiva.

Questa colorazione si ottiene dalla miscelatura del biondo oro e del miele.

Abbiamo poi la tonalità del biondo cenere, che si adatta ad ogni tipo di età e che può assumere toni più caldi a seconda del colore della pelle.

Durante l’inverno sarebbe opportuno scegliere dei riflessi dorati perché la pelle è più chiara. Mentre nella stagione estiva possiamo scegliere toni in contrasto con un colorito di pelle più caldo (più scuro).

L’effetto ‘biondo schiarito dal sole’ è un altro tono che si ottiene da una base scura, raggiungendo il colore finale con gradazioni di sfumature. Per ottenere questa colorazione si utilizzano tecniche di colorazione attuali, dal balayage allo shatush.

Fra i vari trend del biondo, abbiamo quello con le radici più scure, come a ricreare un effetto ricrescita ottenuta con la tecnica di colorazione shatush, che va a colpire i capelli di biondo qui e lì, in modo randomico.

Fra i colori del biondo, abbiamo anche la nuance del cosiddetto ‘strawberry’, molto particolare nella sua colorazione biondo rame, perfetta per una pelle e occhi molto chiari.

Il biondo chiaro è una tonalità che ben si adatta alle carnagioni più “pallide”, e se poi vogliamo dare un tocco rosato alle guance, un trucco di questo tipo sarebbe proprio ideale!

Una nuance speciale è quella che deriva dal color castano e il biondo, amatissimo mix da molte star…il cosiddetto “bronde”.

Il biondo vaniglia, una colorazione molto chiara e che richiede anche dei trattamenti mirati, perché le radici hanno bisogno di essere ritoccate almeno ogni tre settimane. per questa frequenza non si addice molto ad un capello fragile. Meglio fare questa scelta se si hanno capelli corti.

Biondo tradizionale, che alterna toni dal biondo caldo a quelli più freddi, per ottenere una tonalità dai riflessi di nuance differenti. A seconda dei colori dell’incarnato si procede con il colore delle radici più scure se gli occhi sono scuri come la carnagione.

Il biondo platino è un colore molto particolare che non tutti possono portare, meglio se si applica se si è già bionde e se il colore della pelle è molto chiaro.

I riflessi color biondo ‘caramello’ si prestano per una pelle scura, andando ad illuminare il volto senza effetti artificiosi.

Il biondo scuro, invece, assicura un effetto naturale, cosa che rende questa, una delle tonalità più popolari e richieste.

I capelli castani

 

Il colore castano è il più diffuso, ma le sfumature di questa tonalità di capelli sono tantissime: si va dal castano color cioccolato ad un colore più chiaro, passando per il bronde, lo shatush e l’écaille, e l’abbinamento eccentrico delle radici castane con colori più intensi come come il viola o il verde.

Ricordiamo poi che nella scelta della tonalità ha un peso anche la carnagione ed il colore degli occhi.

capelli lunghiPer chi ha una carnagione olivastra e occhi scuri, i capelli castani sono la scelta di colore ideale; come abbiamo accennato, col castano possiamo giocare ed ottenere tantissime sfumature e combinazioni di colore.

Per esibire un look naturale, possiamo scegliere una tonalità di colore bruno, castano, marrone e applicare riflessi sul mogano, ramato o cioccolato che rendono ancora più particolare il colore.

Se si punta, invece, a qualcosa di più particolare, niente di meglio di un colore con meche più chiare, sul biondo dorato oppure più scure, un color rame.

I riflessi color cioccolato o caffè, le sfumature ramate e le tonalità ‘bronde’ rendono il colore del castano molto più vivo e adatto ad ogni tipo di carnagione.

Una sfumatura particolare e molto attuale, il ‘bronde’ nasce dal mix di brown e blonde ad indicare una tinta che unisce il castano moka ed il biondo miele, per creare un effetto luminoso.

Trattamenti come shatush e degradé creano dei contrasti che danno al look un tocco di novità, ma senza modificare drasticamente il colore naturale.

La sfumatura del cioccolato, tra le sfumature del castano scuro, è una delle più trendy, un effetto da considerare anche in base ai propri colori. Il tono si abbina bene a carnagioni scure e olivastre, ad un colore di occhi scuri e azzurri. Mentre il castano intenso è il tono ideale per chi la chioma lunga.

Se invece si vuole schiarire il castano, dandogli un tono naturale, si può provare uno shampoo alla camomilla.

Una sfumatura naturale è anche il castano ramato, tipica delle tonalità di capelli più scure, che si può modulare in base alla propria carnagione.

Per gli affezionati al proprio colore, senza stravolgerlo è possibile dare un tocco di vivacità al proprio castano con la tecnica del balayage, che schiarisce alcuni punti della capigliatura. Mentre per un effetto più naturale possiamo schiarire ciocche sottili con l’effetto degradè.

I capelli mori

Il capello scuro, moro, esercita sempre un certo fascino, anche se portarlo con successo significa avere delle caratteristiche precise. Pelle olivastra, occhi scuri sono i connotati e i colori che ben si abbinano al colore dei capelli nero; anche chi ha un incarnato molto chiaro può portare un nero intenso, se piace l’effetto “Morticia”.

I capelli neri rendono i lineamenti del volto più definiti e duri, risaltano gli occhi, quindi prima di applicarlo è bene capire se è adatto al proprio volto.

Il nero è una colorazione adatta in età più giovani, col passare degli anni sarebbe preferibile scegliere per colori meno intensi, come un castano caffè o ramato, che appare più sobrio e rende anche più morbidi i lineamenti del volto.

Il nero è un colore particolare, che non si abbina a tutti i tagli di capelli. Ad esempio, è il colore ideale da abbinare ad un taglio classico carré, ma poco adatto ad un taglio scalato. È un colore molto popolare fra adolescenti che seguono la moda dark e Emo.

Il gioco interessante per questa tipologia di persone è il contrasto della pelle chiara contro il nero corvino. Ancora più impattante se si fanno ciocche di color viola, prugna o blu.

Post Comment