Thursday, 23 November 2017
Rimedi Naturali

Pianta di quinoa: usi, benefici e proprietà

 

Negli ultimi anni sempre più persone stanno scoprendo le proprietà benefiche di una pianta che, fino a poco tempo fa, non era molto conosciuta: la quinoa, un alimento eccezionale dagli incredibili valori nutritivi. Scopriamola meglio e vediamo di che si tratta.

Stiamo parlando di una pianta dalla quale si ricava una farina ad alto contenuto di amido, il che ci permette di classificare la quinoa come cereale, anche se con alcune particolarità.

Essa infatti si distingue per un’elevata presenza proteica e per la totale assenza di glutine, fattore che rende tale farina l’ideale per i soggetti celiaci.

Ma i vantaggi della quinoa non si fermano di certo a questo. La quinoa è molto nutriente ma non eccessivamente calorica, con un apporto di 372 calorie per ogni 100 grammi.

Pianta di quinoaInoltre è ricca di proteine e fibre vegetali, oltre che di minerali non molto diffusi come il magnesio, che aiuta a prevenire le malattie cardiovascolari, le aritmie e l’ipertensione.

Non mancano poi il potassio e il fosforo, perfetti per contrastare la perdita di tono muscolare e i crampi.

Le fibre favoriscono invece la digestione e danno una mano in caso di pancia gonfia e costipazione.

Per quanto riguarda invece le vitamine contenute, possiamo trovare la E, antiossidante naturale che combatte con efficacia i radicali liberi e l’invecchiamento cellulare, la vitamina C, che contribuisce a mantenere stabile il tessuto organico, la B2, utile contro l’emicrania, e i 9 aminoacidi essenziali (istidina, isoleucina, leucina, lisina, metionina, fenilalanina e triptofano).

Per tutte queste caratteristiche, si dice che la quinoa appartenga alla categoria dei superalimenti, cibi che concentrano in sé svariate proprietà e che apportano numerosi benefici al nostro organismo.

Dobbiamo inoltre considerare che essa si presta benissimo per una quantità enorme di piatti e ricette e soprattutto in estate è perfetta come ingrediente all’interno di menù leggeri ed energetici.

In questo caso, c’è solo un’indicazione: la quinoa va sciacquata molto bene, allo scopo di eliminare le tracce di saponine presenti sui suoi chicchi che altrimenti conferirebbero un gusto amarognolo all’alimento.

Fatto questo avrete un ingrediente eccezionale per primi, secondi e contorni gustosi e salutari. I semi di quinoa, una volta scolati, possono essere conditi con olio e sale, per poi essere aggiunti a zuppe, ad un’ottima paella vegetariana, oppure macinati per cucinare ottime polpette e crocchette vegetali, o per riempire verdure come peperoni e zucchine.

La quinoa è originaria delle Ande e viene coltivata da oltre 5000 anni tra i 2000 e i 4000 metri di altitudine.

Inutile dire che è davvero difficile coltivarla in casa ed è molto più facile acquistarla.

È possibile comprarla sotto forma di semi o direttamente sotto forma di farina, nei supermercati nel reparto cereali, nelle erboristerie, nei negozi di prodotti biologici e di alimentazione naturale, oltre che nei negozi del commercio equo e solidale e online.

Trovarla è quindi facilissimo, basta guardarsi un po’ attorno e spulciare un po’ tra gli scaffali. Provatela, non ve ne pentirete!

Post Comment