Thursday, 23 November 2017
News Brevi

L’estate è alle porte: ecco la dieta per non farci cogliere alla sprovvista

L’estate sta arrivando e chi ha qualche chilo di troppo, la stragrande maggioranza della popolazione,  ha cominciato a interrogare Google chiedendogli diete efficacie fulminee. Purtroppo non esiste una buona e allo stesso tempo veloce dieta perché, come noto, per perdere chili definitivamente bisogna lasciarseli pochi per volta per strada.

È pur vero che ci sono tutta una serie di pratiche che, se applicate in maniera corretta, possono aiutarci a tornare in forma entro l’estate. Il primo suggerimento è tutto rivolto alle donne: finché siete in tempo abbandonate la pigrizia, cominciate a camminare almeno 30 minuti al giorno e bevete tanta acqua, almeno due litri, altrimenti la cellulite sarà un grosso problema.

dieta estivaDetto questo è arrivato il momento di rivoluzionare la propria alimentazione con una dieta ricca di frutta, verdura e fibre. Si comincia al mattino ed è vietato non fare colazione perché, altrimenti, arriveremmo a pranzo con una fame tale da divorare qualunque cibo grasso ci capiti sotto mano. Il miglior inizio è un pasto piccolo ma nutriente a base, a seconda dei gusti, di cereali, yogurt, un frutto o una spremuta.

Naturalmente non tutto insieme, o una tazza di latte scremato con qualche cereale, o un frutto e uno yogurt e così via. Se abbiamo fame possiamo spezzare la mattinata con un altro frutto, oppure con una barretta ai cereali, leggera a nutriente. Del resto fare tanti piccoli pasti, oltre che aiutarci a rispettare la dieta, accelera il nostro metabolismo.

Mangiare tanto e di rado, invece, è quando di più nocivo possiamo fare. Dimenticate, invece, la frutta per pranzo perché vi renderà più difficile la digestione e gli zuccheri, assieme alle altre sostanze, vi faranno ingrassare.

Sì, invece, a una ricca insalata (che però deve essere completa, ovvero contenere del tonno, o del petto di pollo, oppure della frutta secca) accompagnata con un panino ma massimo di 50 grammi. A merenda via libera alla reidratazione con una tisana se abitate in un luogo in cui fa ancora freddo, con una centrifuga o, meglio, un succo realizzato con l’estrattore se risiedete in una zona più calda.

La sera, contrariamente a quanto credono in molti, bisogna dimenticare la carne soprattutto se si ha intenzione di andare a dormire poco dopo il pasto.

Se proprio la desideriamo, che sia bianca, poca e leggera. La soluzione migliore è invece una bella zuppa di farro, un risottino, o anche un piatto di pasta ma che non superi i 70-80 grammi e che sia condito con verdure di stagione.

Post Comment