Thursday, 23 November 2017
Cosmetici Naturali

Integratori naturali: vantaggi e svantaggi

Attorno agli integratori naturali si è sviluppata negli ultimi anni una sempre più accesa discussione che vede schierati, da un lato, i detrattori, convinti che spesso se ne faccia un abuso e che la loro efficacia sia nulla; dall’altro, invece, troviamo chi ne loda gli effetti e i risultati energetici, facendo pieno affidamento di tali prodotti.

Ma cosa sono di preciso questi integratori naturali, e cosa fanno? La loro funzione è principalmente quella di integrare i nutrienti e le molecole carenti nell’alimentazione di una persona tramite bevande, polveri e compresse che vanno ad aggiungersi alla dieta del soggetto.

integratori naturaliOgnuno ha infatti bisogno di un preciso quantitativo di tali sostante nutrienti, in base al proprio stile di vita, all’età e al sesso.
Integratori naturali, se con la normale alimentazione non si soddisfa tale fabbisogno, si ricorre quindi agli integratori.

Ne esistono di svariati tipi (a base di vitamine, a base di sali minerali, a base di aminoacidi o proteine, di fibre o di acidi grassi), ognuno indirizzato a uno specifico target e capace di sostenere la salute dell’organismo.

I benefici degli integratori naturali sono molteplici: possono aiutare e rafforzare le difese immunitarie, migliorano le funzioni intestinali e metaboliche e possono risolvere tanti problemi di salute minori, come la caduta dei capelli dovuta alla mancanza di sali minerali o tutti quei problemi della pelle dovuti a fattori ambientali come l’inquinamento o la troppa esposizione ai raggi UV.

Ma tali prodotti possono essere utili anche come integratori energetici: l’esempio più noto è quello degli integratori a base di ginseng, utili per avere maggiore energia e ritrovare forza dopo periodi di particolare stress.

Molto utilizzati anche gli integratori associati a diete per perdere peso, come quelli al chitosano e al fucus. Ma soprattutto gli integratori naturali sono usati da chi fa sport e ha un maggior fabbisogno di sostanze come il potassio o il magnesio.

Malumore, deconcentrazione, stanchezza: sono queste le altre cause che più di tutte spingono ad affidarsi a simili prodotti. Ma se i vantaggi sono evidenti, non è così per gli svantaggi e le eventuali controindicazioni dell’assunzione di integratori naturali.

Uno dei principali problemi è forse la tendenza a una certa forma di “fai da te”, legata all’idea che tali prodotti siano per lo più innocui.

Non si tratta certo di medicinali, ma è sempre importante chiedere un parere al proprio medico e sottoporsi a un’analisi del sangue per appurare qual è il nutriente di cui il nostro corpo ha bisogno.

Gli integratori vanno assunti in base al proprio particolare problema e non se ne deve abusare guidati dalla convinzione che si tratti solo di blande sostanze di supporto.

Come dei veri e propri medicinali, gli integratori devono essere utilizzati al momento giusto della giornata e nelle dosi indicate, senza prolungare il trattamento per un lasso di tempo troppo lungo.

È bene inoltre tenere presente che si sta parlando di “integratori”, prodotti che quindi integrano la normale alimentazione e non la sostituiscono.

Essi diventano quindi inutili senza una dieta appositamente studiata e una regolare attività fisica. Anzi, diventano essenzialmente pericolosi quando si fa esclusivo affidamento su di essi e invece di favorire la condizione fisica di un individuo, possono arrivare ad arrecare danni all’organismo.

Post Comment