Thursday, 23 November 2017
Perdere Peso

I vantaggi delle dieta vegetariana

Negli ultimi anni la dieta vegetariana si è fatta largo fra i molti adepti che ne hanno adottato lo stile e il regime alimentare.

La dieta ha un grande vantaggio, che per la ricchezza di frutta e verdura, assicura salute e benessere. Una dieta vegetariana è a basso contenuto di grassi saturi e ricca di fibre, carboidrati complessi, frutta e verdura fresca.

Il beneficio della dieta, infatti, è associata ad un maggior consumo di fibre, acido folico, vitamina C ed E, magnesio, grassi insaturi e fitochimici.

Questo genere di alimentazione,  essendo più leggera, contribuisce a tenere sotto controllo il colesterolo e la pressione sanguigna con la conseguenza della riduzione del rischio di incidenza di eventuali malattie cardiache. Ma i vantaggi derivanti dall’adozione di uno stile di vita vegetariano non finiscono qui.

Dieta vegetariana e benefici sulla salute

vantaggi delle dieta vegetarianaElenchiamo tutti i vantaggi di seguito uno ad uno. Le ricerche menzionate sono state svolte da personale medico presso le università.

Malgrado l’attendibilità di queste ricerche, non è assolutamente necessario che chi segue una dieta diversa da quella vegetariana debba assumerla solo sulla base di queste testimonianze. Ogni scelta alimentare legata ad uno stato di salute deve essere ponderata e valutata alla luce di un parere e consulto medico.

  1. La dieta vegetariana e l’umoreLe diete vegetariane sono a basso contenuto di acido arachidonico, una sostanza che si trova soprattutto negli alimenti di origine animale. Una ricerca effettuata dall’Università benedettina ha condotto uno studio volto a dimostrare l’esistenza del nesso tra i disturbi dell’umore e l’acido arachidonico. Un altro studio condotto dall’Istituto croato per la ricerca medica ha svolto delle indagini scoprendo che tra i vegetariani sono molto inferiori i casi di nevrosi. 
  2.  La dieta vegetariana e la psoriasiI sintomi della psoriasi, una malattia della pelle che ne provoca l’arrossamento e l’irritazione e che può essere molto debilitante per chi ne soffre, può essere migliorata proprio grazie alla dieta vegetariana. La ricerca è stata pubblicata dalla Universidade Federal de Pernambuco in Brasile. 
  3.  La dieta vegetariana e il diabeteUna ricerca pubblicata dalla George Washington University School of Medicine si è concentrata sui vantaggio che la dieta vegetariana avrebbe nella gestione del diabete e nel ridurne la probabilità di insorgenza. 
  4. La dieta vegetariana e le malattie cardiovascolariRicerche a favore della relazione tra una dieta vegetariana e la diminuzione del rischio di malattie cardiovascolari condotte dalla JCU University Cancer Clinic Research.
    Il merito sembra essere degli alimenti ricchi di antiossidanti, molecole che hanno il merito di ridurre i danni causati dallo stress ossidativo, tra cui l’aterosclerosi. 
  5. La dieta vegetariana e il colesteroloSe si esagera con un’alimentazione che eccede nel grasso animale, la conseguenza è un livello di colesterolo più alto. Alcune testimonianze, derivate da indagini e ricerche, hanno mostrato che uno degli effetti a lungo termine di una dieta vegetariana è un minore livello di grasso corporeo e di colesterolo. 
  6.  La dieta vegetariana e obesitàNon è una regola assoluta, ma i vegetariani tendono ad essere più prudenti nelle loro scelte alimentari e proprio in virtù delle loro preferenze, sono meno soggetti al problema dell’obesità. Una ricerca condotta dall’University Hospital di Ghent Dipartimento di Pediatria, in Belgio, mostra conferme a beneficio di una dieta vegetariana nel ridurre il rischio del sovrappeso e di patologie correlate.

benefici della dieta vegetariana Qualche mito da sfatare riguarda la concezione di chi non segue una dieta vegetariana e crede che i vegetariani siano dei sadici che compromettono la loro nutrizione rendendola carente.

Naturalmente ognuno ha il suo modo di pensare e le sue abitudini, di certo la misura nell’alimentazione è una regola che dovrebbe muovere ad una maggiore consapevolezza, sia che si segua una dieta onnivora sia che ne segua una vegetariana.

Sicuramente chi sceglie di mangiare secondo i dettami dello stile vegetariano deve seguire una dieta programmata in base alle condizioni di salute e alle esigenze nutrizionali. Non deve mancare nulla dalla dieta.

Questa è anche la posizione ufficiale della American Dietetic Association, che si esprime a favore di una dieta sana da un punto di vista nutrizionale, adatta anche gli atleti. La dieta vegetariana garantisce una buona salute ed una ridotta incidenza di malattie.

I motivi che spingono a scegliere un’alimentazione vegetariana possono essere diversi. Alcuni fra essi sono da addurre ad una scelta etica.

Chi ama gli animali ed è animalista si orienta verso un genere di alimentazione che non prevede appunto di mangiare carne di animale. I Vegetariani si distinguono dai Vegani, che sono più radicali nell’eliminazione di alcuni cibi, come uova, latte, formaggi.

Le diverse categorie di Vegetariani

Vi sono diverse categorie e gradi della dieta vegetariana, a seconda delle scelte alimentari si distinuono in:

  • Latto-vegetariani: mangiano latticini ma non le uova.
  • Latto-ovo-vegetariani: mangiano entrambi i prodotti lattiero-caseari e uova.
  • Semi-vegetariani: mangiare pesce e/o pollo, ma non carne rossa.

Concludendo, una dieta vegetariana può essere una scelta alimentare molto sana, ma è fondamentale assicurarsi che sia ben bilanciata.

Una dieta vegetariana equilibrata

I cibi che una dieta vegetariana dovrebbe includere per essere sana e completa:

  • Grani e cereali: pane integrale, riso integrale, pasta integrale, muesli.
  • Legumi, noci e semi: semi di soia. fagioli, piselli, lenticchie, mandorle, anacardi, semi di sesamo.
  • Frutta e verdura: a volontà.

Post Comment