Thursday, 23 November 2017
Bellezza

Come curare i capelli ricci?

I capelli ricci possono distinguersi a seconda delle versioni del riccio: con le onde, a spirale, in stile afro e a boccoli. E a ciascuno di essi si deve dedicare un trattamento mirato che un professionista potrà suggerire considerando la natura particolare del capello.

Vi sono comunque delle regole da tenere a mente per prendersi cura dei capelli ricci, a prescindere dalla tipologia di riccio.

I riccioli danno un’aria sbarazzina e sono belli da portare e da guardare quando ben acconciati, sia lunghi che corti, ma è pur vero che necessitano di trattamenti specifici, dai prodotti ai gesti quotidiani, che possono modificare l’aspetto della chioma e renderla più bella.

Capelli ricci corti

Se il capello è riccio e corto dovrete considerare che per la gestione ottimale si deve agire sul volume ed eliminare il crespo. Per un capello riccio è importante il volume e l’elasticità.

capelli ricciA questo proposito entrano in gioco delle scelte dei prodotti più indicati ad assicurare un aspetto sano e piacevole dei capelli ricci.

La scelta dello shampoo, ad esempio, è molto importante e va fatta in base alla tipologia del cuoio capelluto. Anche il balsamo va scelto accuratamente considerando la natura dei capelli, se sottili, crespi, grassi.

Piccoli gesti quotidiani ma importanti: quando spazzoliamo i capelli ricci, ad esempio, non dovremmo usare la spazzola, ma le dita e sbrogliare i nodi con i capelli bagnati, dopo aver applicato il balsamo.

Come eliminare il crespo? Un altro problema da trattare riguarda il crespo. Per ovviare a questo inconveniente si possono fare degli impacchi con olio di argan (lasciando in posa un’ora). E per evitare l’effetto piatto, dopo aver lavato i capelli, possiamo tenerli per circa 20 minuti avvolti in un telo.

Il phon ha il suo peso nell’effetto crespo del capello riccio: non dovremmo usarlo con un getto troppo caldo e neanche ad una distanza ravvicinata.

Se si vuole dare l’effetto boccolo, durante la piega basta prendere le ciocche e girarle attorno al dito indice.

Mentre per un effetto ondulato, si può legare la chioma in uno chignon con i capelli bagnati e lasciarli asciugare così.

Taglio capelli ricci

Per il taglio corto riccio esistono tante acconciature che valorizzano il look e risaltano il volto. Sbarazzini, asimmetrici, alternativi, lunghi da un lato e corti dall’altro, con la frangia…

E’ importante valutare molto bene la scelta del taglio prima di farlo, perché ce ne è sempre uno adatto alla forma del viso, che sia tondo o squadrato, e che meglio corrisponde all’effetto che vogliamo ottenere.

Possiamo giocare con le lunghezze…il riccio si presta ottimamente, dal pixie cut per i capelli cortissimi e ricci oppure più lunghi, con effetto mosso al naturale.

Per chi ama lo stile aggressive e punk, quando abbinato a rasature laterali. Ma per le più romantiche, il medium bob riccio con chiome voluminose è la scelta ideale.

La frangia è un dettaglio che possiamo modulare a seconda dei gusti, da corta a lunga, sempre di tendenza, mossa o liscia, a creare un contrasto con il resto dei capelli.

E sempre la frangia è protagonista di chi la vuole colorata in sfumature multicolore per vivacizzare il proprio look con  nuance pastello oppure con tonalità di colori più decisi e intensi.

capelli ricciPer un look ricercato e sbarazzino, sportivo, il taglio dovrà essere realizzato cercando di ottenere un effetto scomposto, con dei riccioli “ribelli”, al vento, ed una frangia che si poggia con leggerezza sulla fronte.

Per chi preferisce un look più tradizionale, invece, due sono i tagli corti ricci classici: il carrè e il caschetto.

Il carrè è più lungo davanti e più corto dietro, mentre il caschetto ha una lunghezza pari che arriva appena sopra le orecchie. Due tagli classici che possiamo animare con l’effetto di riccioli che cadono scomposti e morbidi sul viso.

Per chi ama i tagli radicali, invece, il taglio capelli ricci asimmetrico assicura un look modaiolo e particolare, che continua a riscuotete molto successo fra le donne che amano osare senza paura. Il taglio prevede una rasatura da un lato e una maggiore lunghezza dall’altro per uno stile fuori dagli schemi e alternativo, proprio come tante star della musica hanno saputo “indossare”.

I tagli per i capelli ricci corti più radicali sono quelli che fanno le tendenze e che ripropongono, stagione dopo stagione, il lungo e il corto asimmetrico, le rasature solo da un lato ed il capello più lungo a farle da contrasto.

Un taglio estremo, quello che prevede la rasatura da un lato e il corto sulle orecchie dall’altro, e che può diversificarsi in molte e diverse acconciature: dalla frangia sul viso e corto uniforme per il resto della chioma; con un’alternanza di ciuffi corti e lunghi, oppure con ciuffo lungo da un lato e capelli cortissimi dall’altro.

Tante acconciature che hanno come parola chiave il “taglio corto e riccio”. Qualsiasi look si voglia ottenere, è importante curare i propri capelli, a maggior ragione il capello riccio!

 

Post Comment