Tuesday, 12 December 2017
Rimedi Naturali

Come combattere naturalmente i capelli grassi

Quali sono le cause e come risolvere il problema dei capelli grassi? Vi sono degli accorgimenti e dei rimedi naturali che aiutano a combattere il problema dei capelli grassi, che si localizza soprattutto alla radice del cuio capelluto.

Se dopo un giorno o due dall’ultimo lavaggio, i capelli hanno un aspetto unto, grasso, allora è chiaro: la secrezione di sebo dalle ghiandole sebacee del cuoio capelluto provoca l’untuosità, oltre a prurito del cuoio capelluto e alla perdita o progressivo diradamento dei capelli.

La produzione di sebo in eccesso rende i capelli pesanti, deboli e difficili da gestire.

come combattere i capelli grassiUn primo accorgimento, alla portata di tutti, è sicuramente quello che impone il buon senso, ovvero la scelta di un prodotto indicato a controllare l’eccesso di sebo, con effetti anti-seborroici o sebo-equilibranti rispetto alle caratteristiche della cute e dei capelli trattati.

Attenzione quindi a shampoo non adeguati, perché potrebbero peggiorare la situazione e far sì che le ghiandole sebacee producano ancora più sebo, che occludendo i follicoli ostacola la crescita di capelli sani e che nel peggiore dei casi può anche causare la formazione della forfora.

I capelli grassi rappresentano un motivo di forte disagio per chi ne soffre, perché il loro aspetto è visibilmente unto ed oleoso. Inoltre il capello grasso può anche dare cattivo odore, quello tipico di una chioma non lavata da giorni.

Insomma il problema non è da sottovalutare e può creare grande imbarazzo. Inoltre, spesso chi soffre di capelli grassi tende ad avere anche una pelle soggetta alla formazione di foruncoli, acne, brufoli in alcune zone del volto, come naso, mento e fronte.

Cause dei capelli grassi

Entriamo nel vivo e cerchiamo di capire quali sono le cause dei capelli grassi. Il cuoio capelluto contiene un olio naturale chiamato sebo, che ha la funzione di mantenere la pelle lubrificata. Il sebo è prodotto dalle ghiandole sebacee e attraverso i follicoli viene espulso sul cuoio capelluto. Se prodotto in quantità eccessive, il sebo rende grasso il cuoio capelluto e, di conseguenza, i capelli hanno un aspetto unto ed oleoso.

Per quale motivo le ghiandole sebacee iniziano a produrre più sebo del necessario?

Le cause sono diverse e possono essere suddivise in endogene (interne) ed esogene (esterne), che possono anche combinarsi tra loro rendendo difficile una diagnosi sicura e oggettiva. rintracciabili nella genetica, nella dieta, nell’igiene e, in certi casi, anche in un disturbo di cui siamo all’oscuro.

Una delle cause principali e più frequenti dei capelli grassi risiede nei cambiamenti ormonali (che incidono anche sull’aspetto della pelle).

Capelli e pelle grassi sono infatti specchio di cambiamenti ormonali importanti che coincidono con delle fasi della vita, come quello della pubertà e della menopausa (per le donne).

Le cause dei capelli grassi si dividono in:

  • Eredità
  • Eccessivo consumo di alimenti ricchi di grassi
  • Scarsa o errata cura dei capelli
  • Squilibri ormonali
  • Disturbi digestivi
  • Alimentazione scorretta
  • Stress e fattori nervosi

Un altro motivo considerevole come concausa dei capelli grassi è l’iperidrosi del cuoio capelluto, cioè la smisurata sudorazione della cute dei capelli. L‘iperidrosi, appunto, è la responsabile primaria della liquefazione del sebo, poichè l’acqua eliminata dalle ghiandole sudoripare si combina al sebo risultando con maggiore oleosità.

Rimedi per capelli grassi

Come sbarazzarsi dei capelli grassi?

come combattere i capelli grassiSicuramente uno shampoo adatto può portare qualche miglioramento, ma non basta, e anzi in qualche circostanza potrebbe anche causare un’eccessiva secchezza e aridità della cute.

Molti sono portati a pensare che lavare frequentemente i capelli possa risolvere il problema del grasso, ma non è così perché una cute troppo secca ed inaridita da lavaggi frequenti produce l’effetto contrario, fa sì che le ghiandole producano ancora più sebo per idratare il cuoio capelluto.

Del resto anche evitare di lavare i capelli non va bene, perché una carenza igienica può favorire la comparsa e l’accumulo di batteri e tossine, e causare un’irritazione del cuoio capelluto, finendo per ottenere esattamente lo stesso risultato, ovvero una maggiore produzione di sebo.

Vi sono alcuni rimedi naturali che potrebbero aiutare a risolvere il problema dei capelli grassi:

Succo di limone
Il succo di limone contiene vitamine e minerali che donano vitalità ai capelli, oltre a mantenere sotto controllo un’eccessiva oleosità. Il succo di limone è anche un modo efficace per lavare via ogni residuo di shampoo che può essersi depositato sulla cute.

Come utilizzare il succo di limone?

È sufficente spremere il succo di un limone, diluirlo in un bicchiere d’acqua, mescolare bene e applicare sul cuoio capelluto. Lasciare agire per qualche minuto e poi risciacquare con acqua tiepida e fare uno shampoo delicato.


Il tè contiene una sostanza chiamata acido tannico dalla proprietà astringente; questo aiuta a prevenire l’accumulo di grasso in eccesso sul cuoio capelluto restringendo i pori.

Come utilizzare il tè?

Immergere una bustina di tè in acqua tiepida e applicarlo su tutto il cuoio capelluto. Lasciare in posa per alcuni minuti e poi risciacquare con uno shampoo delicato.

Bicarbonato Di Sodio
Il bicarbonato di sodio in forma diluita può contribuire a ridurre l’untuosità dei capelli.

Come utilizzare il bicarbonato di sodio?

Mescolare circa due o tre cucchiai di bicarbonato di sodio in un litro d’acqua. Applicare sui capelli e lasciarlo agire per 20 minuti, poi risciacquare con uno shampoo delicato.

Aceto di mele
Anche l’aceto di mele ha un effetto astringente che aiuta a ridurre l’accumulo di grasso sui capelli.

Come utilizzare l’aceto di mele?

Diluire dell’aceto di mele (corrispondente e mezzo bicchiere) in un litro di acqua. Versare il liquido in un flacone spray e spruzzare sui capelli. Lasciare in posa per alcuni minuti e poi risciacquare con un po’ di acqua calda.

Hennè e uova
Rompere un uovo e svuotare il contenuto in una ciotola e mescolare in circa 3 cucchiai di polvere di hennè. Aggiungere in 2 cucchiai di miele ed 1 cucchiaio di olio d’oliva e mescolare il tutto aggiungendo dell’acqua calda per ottenere un composto denso e pastoso.

Applicare questo impasto sui capelli e lasciare agire per circa 2 ore e poi risciacquare completamente prima di lavare i capelli con uno shampoo delicato.

Spesso i capelli grassi possono essere anche il risultato di uno shampoo invasivo e sbagliato che non viene lavato via completamente, lasciando residui sui capelli, dandogli un aspetto oleoso e pesante.

In questi casi, l’alternativa è quella di ottenere uno shampoo mescolando un cucchiaio di succo di limone con un cucchiaino di gel di aloe vera. Questo shampoo si conserva per circa una settimana e va conservato in frigorifero.

Oltre a questi semplici rimedi naturali, si devono anche adottare altre misure preventive e correttive che riguardano alimentazione e stile di vita.

Una volta stabilito che all’origine dei capelli grassi non vi sono particolari condizioni mediche, la dieta alimentare e uno stile di vita più sano possono avere un grande impatto sulla salute dei capelli.

Seguire piccoli accorgimenti e abitudini quotidiane può migliorare la condizione del capello grasso.

Fra le norme da considerare per migliorare la texture dei capelli (e della pelle) vi è quella di bere molta acqua. Non dimentichiamoci che bisogna idratare l’organismo dall’interno. Abbiamo già chiarito, infatti, che una cute secca tende a produrre ancora più sebo.

Mangiare verdure: una dieta equilibrata ricca di verdure e di cereali integrali garantisce i giusti apporti di vitamine e di minerali di cui il corpo ha bisogno per lavorare correttamente.

Evitate di mangiare cibi grassi e altri junk food (cibo spazzatura) che aumenta la produzione di grasso. Certamente il nostro organismo ha bisogno di nutrirsi anche di grassi acidi essenziali, pertanto l’equilibrio è d’obbligo, non si deve esagerare né abbondando né penalizzando.

Bisogna però scegliere quali grassi includere nella nostra alimentazione. I grassi sani sono quelli contenuti nella frutta a guscio, nell’olio d’oliva e nel pesce azzurro.

Post Comment