Thursday, 23 November 2017
Rimedi Naturali

Cause e Rimedi del Bruxismo

Avete idea di quando, soprattutto in periodi di stress o di forte tensione, si è soliti stringere i denti? Si tratta di un sintomo nervoso definito con il nome “bruxismo”. Un’abitudine, che spesso e volentieri è causa di conseguenze non proprio piacevoli.

Nello specifico, il bruxismo viene definito come attività parafunzionale proprio perchè non rientra tra i movimenti tipici della bocca, quali possono essere il masticare del cibo o il morsicarsi le labbra.

Le conseguenze – Le persone affette da bruxismo, nella gran parte dei casi neanche si accorgono di questa loro cattiva abitudine. Eppure a lungo andare, un’attività di questo tipo può causare l’usura dei denti, la consumazione delle parti di supporto (quali mascelle e gengive), il danneggiamento delle protesi o addirittura la perdita di eventuali capsule e ponti.

Passeggiate a Cavallo per diminuire lo stressCome se non bastasse, il bruxismo è anche causa di affaticamento: la muscolatura, che interviene solitamente quando si mastica, non trova né modo né tempo di rilassarsi e quindi di poter funzionare correttamente quando diventa invece necessario.

Proprio come fosse un effetto a catena, l’affaticamento della muscolatura masticatoria si trasmette ai muscoli circostanti, generando quei fastidiosi sintomi che un po’ tutti noi conosciamo: mal di testa, mal di spalle e dolori ai muscoli del collo.

Le cure – Ma come si può curare o quanto meno alleviare questo disturbo? Condizione necessaria prima di passare ad eventuali step successivi è quella di rivolgersi alle molteplici tecniche di rilassamento (yoga, passeggiate a cavallo, meditazione, ecc.).

Importante è anche cercare di identificare in quali circostanze questa abitudine prende il sopravvento, e tentare quindi di cambiarle a proprio favore.
Tuttavia, se le cause che scatenano il bruxismo non sono di sola tensione psicologica, è raccomandabile rivolgersi ad un neurologo per la ricerca di eventuali origini nascoste.

Il Bite – Fatte salve le avvertenze di cura, il commercio è munito di apparecchi mirati che servono quanto meno ad alleviare le conseguenze del bruxismo. Il più noto ed utilizzato nel settore è il cosiddetto Bite: si tratta di uno strumento rimovibile, che applicato di notte, si inserisce sull’arcata dentale superiore per evitare che possa sfregarsi direttamente con quella inferiore.

I bite possono essere sia duri che morbidi (a seconda delle esigenze personali), ed oltre ad alleviare l’usura dentale aiutano anche a riposizionare correttamente la mandibola, alterata nella maggior parte dei casi affetti da bruxismo.

2 Comments

Post Comment